Polistirolo e alimenti

Il polistirolo che Isolconfort utilizza per produrre casse e scatole per la conservazione di cibo e alimenti è sicuro ed igienico ed è prodotto attraverso un processo di polimerizzazione dello stirene, una sostanza presente in natura in alimenti come fragole, carne, fagioli e cannella.

Il materiale è stato analizzato dalla Commissione Europea che ha verificato i potenziali effetti dello stirene sulla salute, e ne ha attestato la salubrità; si tratta, infatti, di una sostanza che può essere utilizzata senza alcuna restrizione nella sua applicazione a vari usi senza alcun tipo di rischio.

Il polistirolo Airpop è il materiale da imballaggio più efficiente per lo stoccaggio, la conservazione e la movimentazione degli alimenti: è igienico, assicura una minore crescita microbiologica, aiuta a mantenere le caratteristiche organolettiche degli alimenti, riducendo gli sprechi alimentari e preserva la catena del freddo prestandosi bene alla conservazione di alimenti freddi, semifreddi, surgelati e gelati ma anche caldi mantenendo inalterate a lungo le caratteristiche fondamentali degli alimenti e minimizzando le escursioni termiche dei prodotti in esso racchiusi.

Perché le casse in polistirolo sono l’ideale per i prodotti ortofrutticoli?

I prodotti ortofrutticoli, specialmente nella grande distribuzione, subiscono danneggiamenti nel proprio imballo, gli alimenti ammaccati risultano di minor appeal per il cliente finale e vengono perciò scartati, costituendo uno spreco ed un minor introito.

Le confezioni in polistirolo di Isolconfort preservano l’aspetto e la freschezza di frutta e ortaggi, e ne mantengono elevata la qualità; uno studio del Korean Food Research Institue mostra che i prodotti confezionati in packaging in polistirolo conservano il contenuto di vitamina C più a lungo degli alimenti confezionati in altri materiali.

In particolare si è confrontato l’EPS con il cartone pressostampato (ondulato), ed è emerso che il packaging in EPS ha svolto molto meglio la funzione di mantenimento di freschezza dei prodotti esaminati nel tempo, riducendo in modo importante anche la perdita di peso dovuta all’evaporazione e all’assorbimento, da parte della confezione, dell’umidità degli alimenti contenuti, conservando così la dimensione dei cibi ed evitando la loro disidratazione.

La frutta, la verdura e gli ortaggi venduti al dettaglio sono suddivisi attraverso una classificazione definita in base al grado di lavorazione; le casse prodotte da Isolconfort sono utilizzate principalmente per il confezionamento di prodotti di Prima Gamma (ortofrutta fresca che non ha subito lavorazioni o trattamenti in cui gli alimenti mantengono le proprie caratteristiche e qualità ma sono deperibili) e Quarta Gamma (ortofrutta fresca, lavata, confezionata, cruda o da cuocere, e pronta al consumo. Gli alimenti non subiscono trattamenti termici e quindi mantengono le proprie caratteristiche organolettiche tuttavia, essendo lavorati, deperiscono facilmente ed è quindi necessario che mantengano la catena del freddo e vengano consumati entro qualche giorno).

L’utilizzo delle cassette in polistirolo di Isolconfort per il settore ortofrutticolo aiuta a ridurre, non solo lo spreco alimentare, ma anche il consumo d’acqua, di suolo e d’energia. Riducendo le quantità di cibo rovinato durante il trasporto, si andrà a diminuire lo spreco alimentare evitando lo sperpero di tutte quelle risorse necessarie per produrre, conservare e movimentare tali alimenti.

Quando si tratta di proteggere il cibo, il confezionamento più idoneo può significativamente ridurre i rifiuti ed avere un impatto positivo sull’ambiente.

Perché le casse in polistirolo sono l’ideale per i prodotti ittici?

Il pesce fresco è un alimento molto deperibile che spesso, prima di arrivare sulle tavole dei consumatori, percorre migliaia di chilometri con il rischio di deteriorarsi.Le cassette in polistirolo Airpop di Isolconfort sono efficaci isolanti termici che consentono di mantenere più a lungo, rispetto ad altri imballi, la temperatura dell’alimento conservato, in questo modo vengono garantite sicurezza, freschezza e qualità ottimali dalla cattura fino alla consegna e ridotte le perdite post-raccolta.Il pesce inizia a rovinarsi dal momento in cui viene pescato e continua fino al consumo. I principali motivi del deterioramento del pesce sono l’attività enzimatica e la crescita batterica. Inoltre, i pesci ricchi di grassi come lo sgombro, il pesce azzurro e l’aringa degradano a causa dell’ossidazione. Tutte queste reazioni biologiche e chimiche si verificano più rapidamente a temperature elevate provocando una riduzione della durata di conservazione e possibili rischi per la sicurezza alimentare. Il raffreddamento e il congelamento rallentano le azioni batteriche, enzimatiche e chimiche e prolungano la data di scadenza dell’alimento. L’EPS, dal canto suo, assicura il mantenimento del pesce ad una temperatura omogenea fino ad 8 ore dopo che il prodotto confezionato è estratto dalla cella frigorifera, evitando shock termici così da preservare a lungo la catena del freddo e permettere la vendita attraverso diversi canali distributivi come quello crescente della vendita on-line di prodotti ittici e alimenti freschi.

Confronto tra le evoluzioni di temperatura di un imballaggio dotato di debole potere isolante con quelle all’interno di un packaging in poliestere espanso

L’Eps ha caratteristiche di isolamento termico eccezionali verso gli altri materiali da imballaggio

Potere isolante di alcuni materiali espresso dall’inverso dei loro coefficienti di conduttività termica 1/λ in (m.k)W
(λ è il valore indicato per ogni materiale)

I prodotti ittici risultano correttamente protetti quando confezionati in imballaggi di Eps

Fondamentale in questo contesto è anche la sicurezza igienica che le casse in polistirolo garantiscono. Le cassette, infatti, grazie al loro basso costo ed alla facilità di riciclo, sono monouso, a garanzia di elevata sicurezza per il consumatore finale che non incorre nella possibilità di acquistare pesce conservato in casse contaminate sottoposte ad uno scorretto processo di sanificazione.Le cassette sono igroscopiche, non marciscono e non ammuffiscono e possono essere dotate di sistemi di drenaggio che permettono lo scolo del liquido che si forma quando il ghiaccio su cui viene posto il pesce si scioglie. La leggerezza e l’ampia gamma di cassette isotermiche offerte da Isolconfort, inoltre, assicura efficienza distributiva e facile maneggiabilità a tutela degli operatori.

Perché le casse in polistirolo sono l’ideale per i prodotti caseari?

L’elevato grado di isolamento termico offerto dai contenitori in polistirolo di Isolconfort permette il mantenimento della temperatura del prodotto imballato prevenendo l’aumento della carica batterica e garantendo così le caratteristiche organolettiche di formaggi freschi e mozzarelle trasportati in condizioni differenti da quelle garantite dai mezzi di trasporto isotermici.

Scatole in polistirolo risultano quindi ideali per la conservazione ed il trasporto dei prodotti caseari, che arriveranno nelle tavole dei consumatori freschi e saporiti.

Il trasporto dei prodotti deperibili freschi, secondo normativa, deve infatti, avvenire con mezzi adeguati al mantenimento di una temperatura all’interno del vano di trasporto da -1°C a +7°C e, durante la consegna diretta con distribuzione frazionata di formaggi freschi, la temperatura non può superare i +14°C.

Di seguito gli andamenti relativi a due prove effettuato da AIPE (Associazione Italiana Polistirene Espanso) che confrontano gli andamenti della temperatura della mozzarella riposta in confezioni in EPS e cartone + PET.

I risultati evidenziano come l’imballo in EPS mantenga, per un tempo maggiore, il prodotto contenuto a condizioni più idonee alla conservazione dell’alimento stesso permettendo così di avvalersi di automezzi isolati, e non necessariamente refrigerati, per la consegna di mozzarelle assicurando una per la consegna di mozzarelle assicurando una temperatura in generale più bassa e rientrante nel limite ammesso dalla normativa (14 °C) per circa ­5/6 ore. In tale arco di tempo, la mozzarella confezionata in packaging di cartone + PET raggiungerà invece una temperatura di circa 17 °C.

Anche nel caso in cui le mozzarelle siano conservate in ambienti refrigerati il packaging in EPS fa si che le temperature degli alimenti si mantengano, per un periodo prolungato all’interno del range disposto dalla normativa di riferimento relativa alla conservazione di formaggi freschi (da 0 °C a +4 °C), la confezione in polistirolo infatti mantiene per 11 ore la temperatura idonea a differenza di imballi in cartone+ PE che preservano gli alimenti per un periodo tra le 4,5 e le 8 ore.

 

Altre caratteristiche rilevanti degli imballaggi in polistirolo sono il peso ridotto, la riciclabilità della confezione che è interamente realizzata con un unico materiale, il ridotto impatto ambientale confermato dall’analisi e dai controlli per lo studio de LCA (Life Cycle Assessment) (link) effettuati sul processo produttivo di Isolconfort, ma anche l’impermeabilità infatti l’EPS non assorbe acqua così l’involucro non si degrada all’interno dove viene a contatto con gli alimenti che possono essere umidi o che, come le mozzarelle, necessitano di acqua per una migliore conservazione, né si rovina esternamente salvaguardando l’estetica della confezione.

Isolconfort osserva scrupolosamente le LINEE GUIDA GMP

Le cassette ed i contenitori Isolconfort, come tutti i materiali e gli oggetti destinati al contatto con gli alimenti, devono essere prodotti conformemente alle buone pratiche di fabbricazione (GMP – Good Manufacturing Practice) come prescritto dal regolamento 2023/06/CE.

Le GMP sono un sistema di qualità documentato (procedure, istruzioni, registrazioni che permettano di effettuare il controllo e l’assicurazione della qualità) integrato anche da aspetti igienici che si applicano a tutti i settori e a tutte le fasi di produzione, trasformazione e distribuzione di materiali e oggetti.

Le GMP danno origine a una parte strutturale, intesa come aree produttive e personale, adeguata e igienica ed una parte documentale obbligatoria, a dimostrazione e disposizione delle autorità competenti, sulle specifiche, le formulazioni e i processi di fabbricazione, pertinenti per la conformità e la sicurezza di materiali e oggetti finiti.

Isolconfort ha quindi predisposto un sistema efficace e puntuale di assicurazione della qualità, di controllo della stessa attraverso il campionamento degli imballi e l’opportuna documentazione a disposizione del personale ispettivo ai fini della rintracciabilità del prodotto.